sabato 24 marzo 2018

Torta rovesciata all'ananas

Questa è una torta rovesciata all'ananas, è una ricetta che ho elaborato, portando diverse variazioni. A me piace molto il gusto un pò asprigno dell'ananas con la dolcezza del cioccolato bianco e delle mandorle tritate assieme a quella punta di amaro del caramello. A casa mia ne sono rimasti soddisfatti.
Se volete provarla vi lascio la ricetta.
Ecco nel dettaglio la fetta.
Ingredienti
per uno stampo di diam.24
gr.150 farina 00
gr.150  zucchero
gr.16 lievito per dolci in polvere
3 uova intere
ml.100 succo ananas 
gr.100 burro
7 fette di ananas sciroppate
gr.50 mandorle 
gr.50 gocce cioccolato bianco
1 fiala aroma mandorla
1 bustina di vanillina
sale
per il caramello 
gr.100 zucchero
gr.30 burro

Procedimento
 Iniziamo con il caramello , Foderate con la carta forno uno stampo di cm.24 di diametro con la carta forno. Vi consiglio non solo la base, ma anche intorno lo stampo, io non l'ho fatto e mi si è attaccata un pò. Mettete in una padella antiaderente lo zucchero con il burro.
 Fate sciogliere sul fuoco vivace.
 Quando lo zucchero avrà questo colore il caramello è pronto.
 Rovesciate il caramello nello stampo.
 Aggiungete subito le fette d'ananas sciroppate prima che il caramello si indurisca. Tenete da parte lo sciroppo dell'ananas che vi servirà per l'impasto della torta. Tenete da parte.
 Pesate le mandorle.
 Tritatele con il coltello grossolanamente.
 Mettiamo le uova intere con lo zuccher e la vanillina. Iniziate a montare. a parte setacciate la farina con il lievito in polvere e aggiungete a cucchiaiate alternando il burro fuso con il succo d'ananas.  Aggiungete il sale e la fialetta di aroma mandorla.
 L'impasto deve essere denso ma non troppo come nella fotografia.
 Aggiungete le mandorle tritate.
 E per finire le gocce di cioccolato bianco. Versate nello stampo l'impasto. Infornare in forno preriscaldato a 180 gradi per 40 minuti circa. Quando la torta sarà cotta( fate la prova dello stecchino) rovesciate la torta, appena tolta dal forno ,in un piatto di portata e fate raffreddare.
Se vi piace potete servirla ancora tiepida. Ma anche fredda è buonissima
Alla prossima ricetta dolce
Antonella

martedì 20 marzo 2018

pinza o fugassa triestina


Questo e' il dolce tipico pasquale della nostra tradizione, non puo' mancare
nelle nostre tavole.
Io le faccio ogni Pasqua, ma quest' anno ho voluto variare la ricetta.
Girovagando per internet ho trovato un blog:il profumo di lievito .
Adriano e' il maestro dei lievitati, cosi' ho preso degli spunti per questa ricetta.

E' un dolce da mangiare per colazione la mattina di Pasqua.
Sono poche le persone che fanno le pinze in casa, magari guardando la mia
ricetta , vi renderete conto che non e' difficile da realizzare, ci vuole solamente
tempo e organizzazione, ma la soddisfazione e' grande .

INGREDIENTI totali 
per 2 pinze da gr. 600
gr.360 farina manitoba+ gr.200 farina 00
ml.100 latte tiepido
2 uova + 3 tuorli +1 tuorlo  per spennellare
gr. 150 burro
gr.125  zucchero
gr.6 lievito di birra
gr.10 sale
miele
1 bacca di vaniglia
2 fialette di rum
la buccia grattuggiata di un limone e una arancia
uvetta facoltativa

PROCEDIMENTO

ore 8:00
Facciamo il lievitino:
Ingredienti
ml.100 latte tiepido
gr.6 lievito di birra fresco
1 cucchiaino di miele
gr.90 farina manitoba
 Sciogliamo i 6 gr. lievito ml.100 latte tiepido , un cucchiaino di miele e gr. 90 di farina manitoba
Lasciate lievitare per 1 ora in forno spento con la luce accesa, ricoprite con la pellicola il contenitore.
Ore 9:00
Primo impasto
Ingredienti
lievitino
2 uova
gr.270 farina manitoba
gr.75 burro
Mettere nella planetaria il lievitino,
 (se adoperate la planetaria usate il gancio a foglia alla velocita' 1),
mettere un uovo , spolverate con un po' di farina e un po' di zucchero,
ripetere l'operazione anche con il secondo uovo
Incordate e per ultimo aggiungete il burro morbido un pò alla volta

(Aumentiamo la vel. a 1,5 e lasciamo incordare)

Coprite con pellicola il primo impasto e mettetelo a raddoppiare in forno spento con la luce accesa , 27 gradi circa.
Ci vorrà circa 3 ore
ore 14:circa
Secondo impasto:
ingredienti
Secondo impasto
3 tuorli
gr.200 farina 00
gr.65 zucchero
gr.75 burro
1 cucchiaino di miele
le bucce grattuggiate di 1 limone e 1 arancia
2 fialette rum
1 bacca di vaniglia
gr.10 sale
Mettere nella planetaria il primo impasto
aggiungete un uovo , aspettate che l'impasto lo assorba , unite un terzo di zucchero, aspettate che lo assorba , aggiungere un terzo della farina.
Ripte per due volte questo passaggio.
Incordare.
Unire il burro un pò alla volta aspettando chei primi pezzetti vengano assorbiti dall'impasto. Unite i semini della bacca di vaniglia e il miele.
Ora aggiungetele bucce grattuggiate degli agrumi, le 2 fialette di rum, i semi della bacca di vaniglia e per ultimo il sale.
Mettete l'impasto al caldo e fate raddoppiare l'impasto , ci vorranno dalle 2 alle 3 ore.


ore 17:00 circa
Prendete l'impasto e fate le pieghe 
Mettiamo nel tavolo la pasta e fate le piegature come vedete dalla foto.
per due volte ogni mezzora
Copriamo a campana l' impasto per 30 minuti.

eccola qui dopo passato il tempo.

Chi ama l' uvetta l' aggiunge in questo passaggio.
Dividete in 2 pezzi la pasta e fate delle palle, mettetele sopra ad un pezzo di
carta forno.
Lasciatele riposare per circa 3 ore in forno spento , ma con la luce accesa deve raddoppiare

Spennellarle con il tuorlo

tagliatele come ho fatto io con un cutter o una lametta da rasoio bagnati con
l' acqua tiepida
se vedete ci sono 2 tagli ondulati.Ora mettetele in forno a 150  gradi per 40
minuti, fate la prova dello stecchino.
Se vedete che si scurisce troppo mettere sopra un pezzo di carta forno.

Io ho cambiato forno da poco e si sono scurite un po'.

Quando saranno ben fredde mettetele in un sacchetto per alimenti di nylon.


Spero di esservi stata utile, provate vedrete che non e' poi cosi' difficile.

BUONA DEGUSTAZIONE
ANTONELLA
con questa ricetta partecipo al contest
metti la Pasqua in tavola


Tiramisù con le uova pastorizzate

Questo è il dolce che ho preparato per festeggiare la Festa del Papà, so che è una ricetta che tutti sanno fare, ma la trascrivo qui perchè non tutti sanno che non bisogna mangiare il tiramisù fatto con le uova crude, purtroppo le uova se contaminate tramettono il batterio della salmonella. Pastorizzare le uova non è difficile, bisogna pastorizzare sia le uova che gli albumi. In questo caso io pastorizzo solo le uova perchè al posto degli albumi uso la panna fresca montata. Di solito si usano i biscotti savoiardi, ma io preferisco o il pan di spagna o il pandoro o la colomba senza canditi. In questo caso ho usato fette di pandoro inzuppate nel caffè leggermente zuccherate.
Ingredienti 
per 10 persone
gr.500 mascarpone(io Santa Lucia)
gr.100 zucchero
ml.400 panna fresca
5 tuorli
caffe' leggermente zuccherato q.b.
per pastorizzare 
gr.50 zucchero
ml.25 acqua 

Procedimento 
 In un pentolino mettere ml.25 di acqua con gr.50 zucchero semolato , tenere da parte.
 Montare la panna , deve essere ben solida.
 Mettete i tuorli con gr.100 zucchero e iniziare a montare. da questo momento mettete sul fuoco il pentolino con l'acqua e zucchero e cuocete fino a quando raggiungerà i 121 gradi, misurate con il termometro da cucina, si trovano in commercio termometri che costano pochissimo.
 Quando le uova saranno ben montate aggiungete a filo lo sciroppo di zucchero bollente. Continuate a mescolare fino a quando la crema si raffredda.
 La crema si presentrà così.
 Aggiungere il mascarpone e mescolare fino a quando la crema risulterà ben amalgamata.
 Aggiungete la panna montata e mescolate dall'alto verso il basso con un cucchiaio di legno per non smontare la crema.
 Ecco la crema al mascarpone.
 Prendere il pandoro .
 Tagliare delle fette non molto spesse.
 Adagiare le fette in una pirofila.
 Con un pennello da dolci spennellare con il caffè abbondantemente, devono essere ben bagnate.
 Dovete fare due strati. Spalmate la crema e fate un'altro strato con pandoro bagnato con il caffè e per ultimo la crema.
 Spolverizzate con il cacao amaro. Mettete in frigorifero per alcune ore prima di servire.
In frigorifero si mantiene per alcuni giorni, io preparo delle vaschette in alluminio e lo metto in freezer. Quando mi servono lascio a temperatura ambiente e dopo un'ora il tiramisù è pronto per mangiarlo
Alla prossima ricetta dolce
Antonella

domenica 11 marzo 2018

Mini Linzertorte del Maestro Montersino

 Adoro la linztorte , è un miscuglio di sapori e profumi della più antica pasticceria Austriaca e Mittleuropa,facendone anch'io parte abitando vicino Trieste che all'epoca era sotto il dominio Austroungario. Nella mia regione si possono gustare molti dolci di origine austriaca e me piace molto fare queste ricette della nostra tradizione. Questa è una rivisitazione del Maestro Montersino, modernizzata.
Tratto da Wikipedia:
La torta di Linz è la ricetta di torta più antica conosciuta al mondo.[3] Per molto tempo una ricetta del 1696 della Stadt- und Landesbibliothek di Vienna era quella nota come la più antica.Inoltre, l'invenzione della torta di Linz è oggetto di numerose leggende, che riguardano un confettiere viennese dal nome Linzer (come riportato da Alfred Polgar) o dal pasticcere francone Johann Konrad Vogel (1796–1883), che nel 1823 circa a Linz ha cominciato una produzione di massa della torta che ha reso la città famosa nel mondo.
Se volete la ricetta originale , la troverete qui
Ingredienti 
per 8 tortine
mono porzione
gr.50 zucchero a velo
gr.280 burro bavarese
gr.300 farina 00
2 fialette di rum
6 tuorli sodi
cannella q.b.
scorza grattuggiata di 1 limone biologico

Procedimento
 
Tagliare a pezzi il burro e metterlo nella planetaria (per chi non ce l'ha usate un frullino) unire lo zucchero a velo il rum,la cannella e la buccia di limone grattuggiata. Lasciate da parte , così il burro si ammorbidisce.
Nel frattempo separiamo i tuorli dall'albume. In un pentolino fate bollire dell'acqua,quando inizia a bollire buttate i tuorli e lasciateli cuocere per alcuni minuti. Con l'aiuto di una schiumarola levate i tuorli e metteteli in un setaccio , con una spatola setacciate i tuorli.
Prendete i tuorli e uniteli al composto di burro, unite la farina in un sol colpo. Montate il tutto con le fruste, bisogna far diventare l'impasto cremoso.
 
Con l'aiuto di una sac a poche con il beccuccio rigato mettete l'impasto sugli stampiti mono porzione.
Ora mettete la confettura di lampone.
Sempre con la sac a poche fate le griglie decorative
Preriscaldate il forno a 180 gradi e infornate per circa 15/20 minuti
 Sfornare e fare raffreddare le tortine. Levate gli stampini. Per renderle lucide, scaldate in microonde un pò di miele e con un pennellino da cucina passate tutta la pasta frolla montata.



Vi consiglio di servirla con una tazza di cioccolato calda e con un ciuffetto di panna fresca montata.
al prossimo dolce
Antonella

Qui sotto troverete il video di Luca Montersino mentre fa le mini linzertorte, spero vi sia utile
Video preso da youtube